top of page
  • Avv. Paola Corte

Riforma direttive colazione - novità per miele, marmellate, succhi di frutta, e latte in polvere



direttive colazione: miele marmellata succhi di frutta

In arrivo novità sulle "direttive colazione"

Il 30 gennaio 2024 il Consiglio e i rappresentanti del Parlamento Europeo hanno raggiunto un accordo provvisorio sulle cosiddette 'breakfast directives', che riguardano la composizione, l'etichettatura e la denominazione di alcuni prodotti alimentari: miele, marmellata e confettura di frutta, succhi di frutta e latte conservato disidratato.

La revisione degli standard di marketing dell'UE per alcune 'direttive sulla colazione' è stata proposta dalla Commissione il 21 aprile 2023, per garantire che gli standard di marketing siano aggiornati e riflettano i cambiamenti nella domanda dei consumatori. Le direttive aggiornate mirano a promuovere un passaggio verso diete più sane, aiutare i consumatori a fare scelte informate e garantire trasparenza riguardo all'origine dei prodotti.

Di seguito un elenco dei principali elementi dell'accordo provvisorio


Miele

  • I paesi di origine saranno indicati sull'etichetta in ordine decrescente, basato sul peso; l'etichetta includerà anche la percentuale che ciascun paese rappresenta nella miscela, aumentando così la trasparenza per i consumatori.

  • Gli Stati membri possono decidere che l'obbligo di indicare la percentuale sull'etichetta si applichi solo alle quattro maggiori parti, purché queste rappresentino più del 50% del peso della miscela.

  • Per garantire flessibilità, nel caso di confezioni di meno di 30 grammi, i nomi dei paesi di origine possono essere sostituiti da un codice ISO di due lettere.


Succhi di Frutta

  • saranno aggiunte tre nuove categorie:

    • 'succhi di frutta a basso contenuto di zucchero',

    • 'succhi di frutta a basso contenuto di zucchero da concentrato' e '

    • succhi di frutta concentrati a basso contenuto di zucchero'.

Inoltre, agli operatori sarà consentito utilizzare l'etichetta 'i succhi di frutta contengono solo zuccheri naturalmente presenti'. Ciò garantirà che i consumatori siano meglio informati sui prodotti che consumano.


Marmellate di Frutta

  • sarà aumentato il contenuto minimo di frutta nelle marmellate e nelle marmellate extra (100 g in più per kg per le marmellate e 50 g in più per kg per le marmellate extra), garantendo nel contempo una distinzione significativa tra le due categorie:

    • 450 g come regola generale per la marmellata.

    • 500 g come regola generale per la marmellata extra.

Questo aumento del contenuto di frutta contribuirà a ridurre la quantità di zucchero nelle marmellate, consentendo ai consumatori di fare scelte più salutari.


Latte

Nel caso del latte conservato disidratato, sarà consentito l'uso di trattamenti che producono prodotti lattiero-caseari senza lattosio.


Prossimi Passi

A livello tecnico, nelle prossime settimane saranno sviluppati i dettagli delle direttive riviste. L'accordo provvisorio sarà quindi sottoposto ai rappresentanti degli Stati membri nella Commissione speciale sull'agricoltura per l'approvazione.

Successivamente dovrà essere sottoposto a una revisione legale/linguistica prima di essere adottato formalmente dai co-legislatori ed entrare in vigore.


 

Studio Legale Corte - diritto alimentare

Studio Legale Corte è lo studio di avvocati di diritto alimentare più antico d'Italia, fondato nel 1921. Offriamo difese, consulenza e formazione all'industria alimentare.


コメント


bottom of page