© 2019 by Studio Legale Corte - Piazzale Principessa Clotilde 6, 20121 Milano - tel +39.02.6570969 - email: paola.corte@foodlaw.it

Polizza Assicurativa  LLoyd's n. AEA00005718

Il DIRITTO ALIMENTARE

STUDIO LEGALE CORTE

Studio Legale Corte è uno dei pochi studi in Italia che assiste gli operatori del settore alimentare anche in giudizio, difendendo gli imputati che si vedano contestare reati alimentari ed impugnando le sanzioni amministrative inflitte. L'attività giudiziale consente agli avvocati dello Studio Legale Corte di offrire servizi di consulenza che tengano conto non soltanto dell'evoluzione normativa, ma anche delle interpretazioni degli organi di vigilanza e della giurisprudenza, in questo modo dando consigli atti ad evitare, in primis, le contestazioni.    

 

CLICCA QUI

PER SCOPRIRE LE ATTIVITA' DI STUDIO LEGALE CORTE

COS'E' IL DIRITTO ALIMENTARE?

Il diritto alimentare è quel ramo del diritto che regola la produzione, la distribuzione e la somministrazione degli alimenti e delle bevande.  Include le norme che riguardano la formulazione dei prodotti, le leggi che regolano ogni forma di comunicazione con il consumatore (etichettatura, presentazione e pubblicità degli alimenti e delle bevande), e le regole che riguardano l'igiene e la sicurezza degli alimenti.  

 

LE FONTI DEL DIRITTO ALIMENTARE

Il diritto alimentare in Italia è costituito da leggi nazionali e da fonti comunitarie. La sovrapposizione tra normativa nazionale e normativa europea, entrambe in continua evoluzione,  rende particolarmente impegnativo l'aggiornamento e difficile l'interpretazione del diritto.  

LE COMPETENZE TECNICHE NECESSARIE PER COMPRENDERE IL DIRITTO ALIMENTARE

Lo studio costante della legge ed il continuo aggiornamento normativo non sono sufficienti.  La comprensione del diritto alimentare e delle problematiche che possono insorgere in ordine ad alimenti e bevande richiede la conoscenza di materie che nulla hanno a che vedere con il diritto.  Si tratta delle nozioni basilari di tecnica di produzione degli alimenti, di una base di chimica e microbiologia degli alimenti, la conoscenza delle principali frodi alimentari, ecc.  

LE INTERPRETAZIONI DEL DIRITTO ALIMENTARE AD OPERA DEGLI ORGANI DI VIGILANZA 

Alla complessità della legge e delle materie di cui è richiesta la conoscenza, si aggiunge la variabilità della interpretazione del diritto alimentare, innanzitutto da chi effettua le contestazioni.  In Italia i Ministeri cui fanno capo gli organi di vigilanza emanano per prassi circolari interpretative, non sempre in linea con la normativa.  Per quanto non abbiano il valore di fonti del diritto, le circolari sono importanti perché determinano spesso le interpretazioni del diritto che vengono applicate dagli organi di vigilanza, che sono le autorità che effettuano le contestazioni.  

LA GIURISPRUDENZA IN MATERIA DI DIRITTO ALIMENTARE

Alla variabilità delle interpretazioni degli organi di vigilanza, si aggiunge poi la variabile degli orientamenti giurisprudenziali, di cui occorre tenere conto nell'effettuare le valutazioni.  

Il diritto alimentare è dunque una materia estremamente complessa.  

LE SANZIONI PER LE VIOLAZIONI DEL DIRITTO ALIMENTARE

Pur in presenza di normative comunitarie, ogni paese dell'unione ha comunque un diverso sistema sanzionatorio per gli illeciti relativi ad alimenti e bevande.  

In Italia, le problematiche legate agli alimenti sono trattate in modo serio e punite in modo severo.  Gli illeciti meno gravi sono puniti con sanzioni amministrative, mentre le violazioni più gravi del diritto alimentare costituiscono reato.  

La produzione, la distribuzione e la somministrazione degli alimenti e delle bevande possono comportare vari problemi.  I più comuni sono le contestazioni che attengono alla composizione dei cibi (ad esempio, l'uso di additivi non consentiti); le contestazioni relative alle informazioni fornite ai consumatori (tramite l'etichettatura, la presentazione o la pubblicità); le contestazioni che sorgono in seguito ai prelievi, alle analisi chimiche o microbiologiche, ed agli altri controlli disposti dagli organi di vigilanza.

 

Leggi l'intervista di Forbes all'Avv. Paola Corte  sul diritto alimentare, cliccando qui: